Votazioni alle elezioni Comunali 2001: MILANO

IL PROGRAMMA ANIMALISTA
PER IL COMUNE DI MILANO
(E PER I CONSIGLI DI ZONA)

Si chiede ai Candidati di tutti i partiti politici in lista di aderire firmando il seguente Programma


A - ADESIONE AL "MOVIMENTO ANIMALI COME NOI"

Per il riconoscimento istituzionale della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Animale proclamata a Bruxelles, dalla Lida nel 1978 e l'istituzione del 10 dicembre come Giornata Nazionale per i Diritti animali.


B - IMPEGNO A SOSTENERE, NEL CORSO DELLA LEGISLATURA, LE SEGUENTI PROPOSTE

1) Prevenzione del randagismo e convivenza con i cani
a) Potenziamento delle aree verdi per libero movimento dei cani.
b) Installazione in cittÓ e adeguata manutenzione di distributori di palette per la raccolta delle deiezioni canine.
c) Costruzione del nuovo canile comunale e, in attesa, maggiori controlli sull'organizzazione dell'attuale per garantire il benessere degli animali ospitati e per facilitare la loro riconsegna ai cittadini che li hanno smarriti.
d) Istituzione di un efficiente servizio di "persi/trovati" in collaborazione con le associazioni di volontariato protezionista e animalista, con le ASL e con altri enti locali regionali (Provincia, Regione e Comuni).
e) Censimento dei canili privati e pubblici esistenti sul territorio, con indicazione del numero di animali ospitati, del tipo di gestione, delle sovvenzioni in atto, della loro conduzione (associazioni, enti privati, strutture pubbliche, allevatori, ecc.), della qualitÓ della vita, ecc.
f) Censimento almeno biennale dei cani esistenti ai fini di una corretta ed efficace impostazione dell'anagrafe canina, da effettuare direttamente e/o tramite le associazioni protezioniste.
g) PossibilitÓ di ricovero nel Canile Municipale di cani e gatti e altri animali d'affezione (compatibilmente con la ricettivitÓ e le caratteristiche tecniche della struttura) ceduti definitivamente dal proprietario, possessore o detentore per comprovata necessitÓ (malattia, ricovero, ecc.) ponendo a carico del cedente le spese di mantenimento tranne nei casi di comprovata indigenza dello stesso.
h) Sostegno e sviluppo di adeguate campagne di sensibilizzazione e promozione della sterilizzazione quale mezzo per la prevenzione del randagismo, anche in collaborazione con gli enti e le associazioni protezioniste e animaliste, con altri Enti locali, con le ASL e i veterinari privati.
i) Collaborazione alla stipulazione di convenzioni con le ASL e i veterinari privati per la sterilizzazione dei cani (e gatti) di privati cittadini a prezzi contenuti, prevedendo la possibilitÓ di gratuitÓ in caso di comprovato stato di necessitÓ (per esempio, nel caso di anziani con entrate limitate, ecc.).
l) Garantire la fruibilitÓ di utilizzo dei mezzi pubblici per i cittadini con cani al guinzaglio e, per i cani non di piccola taglia, con museruola.

2) Difesa delle colonie feline
a) Censimento dei gattili (pubblici e privati) e verifica della loro conduzione e della qualitÓ della vita che offrono.
b) Coordinamento del censimento, d'intesa con le ASL e con la collaborazione delle associazioni protezioniste e animaliste, delle zone in cui esistono colonie feline per garantirne la tutela della salute e la salvaguardia delle condizioni di vita, eventualmente stipulando convenzioni con le associazioni protezioniste o i cittadini che se ne occupano.
c) Dichiarare le colonie feline "patrimonio cittadino" (giÓ accade in altre cittÓ europee, come Parigi e Marsiglia) e istituire un "patentino" rilasciato dal Comune per i gattai/gattaie che se ne occupano in modo da riconoscere e ufficializzare il loro ruolo come servizio offerto alla cittadinanza per il nutrimento e la cura in buona salute dei gatti liberi di Milano.
d) Garantire la protezione dei gatti che vivono in stato di libertÓ sul territorio della cittÓ e mettere in atto tutte le iniziative per fare rispettare il divieto di maltrattarli e di allontanarli dal loro habitat, senza che sia stata individuata altra idonea collocazione. Si intende per habitat di colonia felina qualsiasi territorio o porzione di territorio, urbano e non, edificato e non, nel quale risulti vivere stabilmente una colonia, indipendentemente dal numero di soggetti che la compongono e dal fatto che sia o no accudita dai cittadini.

3) Corretta convivenza con gli animali
Istituzione di un servizio pubblico di pronto soccorso per animali feriti convenzionato con veterinari, eventualmente affidandolo ad associazioni protezioniste riconosciute e senza fini di lucro.
Interventi di sensibilizzazione degli appartenenti al corpo dei Vigili Urbani per le attivitÓ di accertamento, di vigilanza e di prevenzione in applicazione di quanto previsto dalle leggi vigenti in materia di protezione e benessere animale.
Interventi di promozione di un'adeguata cultura della convivenza con animali in tutte le istanze comunali con particolare attenzione alle scuole.
Patrocinio a sostegno di iniziative informative e culturali (convegni, mostre ecc.) promosse da associazioni protezioniste e animaliste aventi come fine quello di sensibilizzare al rispetto degli animali, attraverso la messa a disposizione dei locali, la pubblicizzazione e l'utilizzo delle attrezzature necessarie di proprietÓ del Comune.

4) Caccia e pesca
Di concerto con l'Amministrazione Provinciale, divieto di caccia e di pesca su tutto il territorio comunale.

5) Piccioni
Identificazione dei sistemi di contenimento non cruenti e che non prevedano cattura (distribuzione di mangime trattato con antifecondativi, torrette per il recupero delle uova, ecc.) come efficacemente sperimentato in altre cittÓ italiane.

6) Spettacoli con animali
a) Adesione del Comune alla proposta di legge contro i circhi con animali.
b) Approvazione di ordinanze di divieto di organizzazione sul territorio comunale di palii, feste, gare, spettacoli, manifestazioni, rassegne, fiere o altro che abbiano come fine lo sfruttamento spettacolare o commerciale degli animali.

7) Alternativa vegetariana
PossibilitÓ di alternativa vegetariana e promozione dell'utilizzo di alimenti biologici nelle mense comunali, scolastiche e non, gestite direttamente dal Comune o in appalto a terzi.

8) Sperimentazione animale
a) Impegno per una dichiarazione ufficiale del Comune di Milano come favorevole alla sostituzione dell'uso di animali nei laboratori didattico-dimostrativi delle UniversitÓ con metodi alternativi di studio che non impiegano animali (visto il Decreto Legislativo n.116 del 27 gennaio 1992 "Attuazione della direttiva n.86/609/CEE in materia di protezione degli animali utilizzati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici" che, per ci˛ che riguarda gli esperimenti su animali per semplice scopo didattico, li autorizza soltanto in caso di "inderogabile necessitÓ" e qualora non sia possibile ricorrere ad altri sistemi dimostrativi; vista la legge n. 413 del 12 ottobre 1993 "Norme sull'obiezione di coscienza alla sperimentazione animale" che permette ai cittadini che lo desiderano di non compiere esperimenti su animali e obbliga, fra l'altro, gli istituti universitari a fornire agli studenti altre metodologie che non facciano uso di animali).
Impegno a sostenere azioni di promozione e divulgazione della legge dello Stato n. 413 del 12/10/93 sul diritto all'obiezione di coscienza alla sperimentazione su animali per studenti, ricercatori e lavoratori.

9) Commercio di animali
Interventi atti a favorire il rispetto dell'attuale normativa in materia di importazione e commercializzazione di animali selvatici (legge n. 150 del 7/2/1992, modificata dal Decreto Legge n. 2 del 12/1/1993 e dalla legge di conversione n. 59 del 13/3/1993).
Azione di verifica e controllo degli allevamenti e degli esercizi commerciali (anche ambulanti) di animali affinchÚ siano rispettate le vigenti leggi in materia e le necessitÓ di alimentazione, salute e movimento degli animali secondo le loro caratteristiche di specie.

10) Trasporto di animali
a) Impegno a contribuire alla corretta applicazione delle leggi sul benessere degli animali durante il trasporto e garanzia di maggiore impegno nell'osservanza delle vigenti leggi in materia (legge 12/4/1973 n. 222 Convenzione europea sulla protezione degli animali nei trasporti internazionali; legge 28-4-1982 "Ratifica ed esecuzione del protocollo addizionale alla convenzione Europea del 13-12-1968 sulla protezione degli animali nei trasporti internazionali, adottato a Strasburgo il 10-5-79; DPR 5-6-1982 "Attuazione della direttiva CEE n. 77/489 sulla protezione degli animali nei trasporti internazionali"; DL 30-12-1992 n. 532 "Trasporto di animali").

11) Macellazione
Divieto su tutto il territorio comunale di macellazione senza stordimento preventivo.


DICHIARAZIONE DI ADESIONE DEI CANDIDATI
(PER ADERIRE vedi nel men¨ a sinistra: "2001 - COMUNALI MILANO - Info per i Candidati")

DA CONSEGNARE ALMENO 10 GIORNI PRIMA DELLA DATA FISSATA PER LE ELEZIONI ALLA SEGRETERIA DEL COMITATO "VOTO ANCH'IO"

Firmando la presente il sottoscritto:

Indirizzo e-mail (stampatello) e Telefono

Partito

Candidato per la Lista (coalizione o partito):

CONDIVIDE E SI IMPEGNA A SOSTENERE DURANTE IL SUO MANDATO, SE ELETTO:
1 - Il riconoscimento istituzionale della Dichiarazione Universale Dei Diritti dell'Animale.
2 - Gli argomenti definiti al punti B
3 - Si impegna a partecipare a un organismo collettivo costituito da tutti i Consiglieri Comunali che hanno firmato il presente Programma
4 - Si impegna a partecipare ad incontri periodici con il Comitato Voto Anch'Io

FIRMA DEL CANDIDATO


SEGRETERIA DEL COMITATO Voto Anch’Io
C/o Associazione Progetto Gaia - Via Copernico, 41 - 20125 Milano
Tel.: 02/67075700 - Fax: 02/66719916
http://www.progettogaia.org - posta@progettogaia.org